mercoledì, Settembre 28, 2022
No menu items!
HomeAmbienteMARSALA: si guasta il depuratore, liquami a mare. Zitti tutti!

MARSALA: si guasta il depuratore, liquami a mare. Zitti tutti!

Ordinanza del Sindaco
Ordinanza del Sindaco

E’ strana questa città. Si sa tutto di tutti e la stessa amministrazione è prodiga nell’inviare comunicati anche per le notizie più insignificanti eppure, il guasto al depuratore di Marsala sarebbe passato sotto silenzio se un cittadino non ne avesse fatto menzione agli organi di stampa.Dal 26 Settembre, cioè da ieri, è ben visibile l’ordinanza del Sindaco che vieta la balneazione nel tratto di mare dove vengono scaricati i liquami che affluiscono al depuratore e che ovviamente non vengono trattati.
La città non sa, o meglio, la città non deve sapere che il depuratore si è guastato. Chissà poi perchè questo silenzio. Tutto sommato il 50% dei liquami viene inghiottito dal sottuosuolo e circa il 30% viene scaricato a mare perchè il sistema fognaria serve, in parte, il centro cittadino. Forse, e questa è una ipotesi, il guasto viene sottaciuto perchè potrebbe essere stato causato da una non regolare mautenzione, o forse perchè i sistemi di sicurezza non sono adeguati, o forse ancora perchè non si è mai pensato ad implemetarlo adeguatamente dotandolo anche di una sorta di “depuratore di riserva”.
Area sottoposta a divieto
Area sottoposta a divieto

Certo, il depuratore guasto fa tornare alla mente i dieci milioni spesi per i palazzi Grignani e Fici, i soldi per le rotonde marsalesi, ai 2,5 milioni di euro di deficit del servizio trasporto pubblico (?), al milione di euro che si spende in più del necessario per il servizio scuolabus, agli oltre 180 mila euro spesi da Marsala Schola a gennaio e febbraio scorsi a causa della telenovela Refezione Scolastica ed a quelli ancora non noti che dovrà spendere, ed ancora, ai soldi spesi per rifare prima della processione dei misteri Via Mazzini che adesso è oggetto di scavi per allacciamenti alla inadeguata rete fognaria. La lista sarebbe lunga ma se l’amministrazione non si fosse avventurata, seguendo il precedente governo cittadino, in spese folli ed inutili per la collettività, i mutui accesi presso la Cassa Depositi e Presiti sarebbero potuti servire per le fogne ed il depuratore, quanto meno. Tutto ciò ci fa sorgere spontanea una domanda : chi amministra la città?

Più popolari

ultime notizie