giovedì, Luglio 25, 2024
HomeEsteriUNIFIL ha fallito. Ora lo scrivono anche i giornali nazionali

UNIFIL ha fallito. Ora lo scrivono anche i giornali nazionali

Finalmente la stampa nazionale prende atto di quanto noi da anni andiamo ripetendo.
Onore a Maria Santus che su Il Foglio scrive un interessante articolo sulla questione mediorientale e  ricorda al Ministro Tajani che vuole mandare i nostri militari in M.O.  come Hezbollah mantenga sotto scacco e ricatto UNIFIL e che oltre 100.000 cittadini israeliani sfollati e costretti da mesi rimanere lontani dalle loro case bersagliate dai terroristi di Hezbollah che a sud del Litani hanno da tempo creato uno stato nello stato.
Il fallimento di UNIFIL ha fatto che i terroristi oggi bloccano la vita politica del paese e lo hanno fatto srpofondare in una crisi economica, politica e sociale gravissima.
Tajani aggiungiamo noi si è distratto in questi 20 anni e continua a distrarsi.
In quasi due decenni UNIFIL è riuscito nell’intento di far diventare un gruppo terroristico in un esercito ben armato ed addestrato. Sotto lo sguardo “forzamente” assente dei caschi blu, Hebollah traffica in armi e droga, controlla il territorio e stabilisce cosa UNIFIL può e non può fare. Il governo centrale a sud non conta nulla e quei pochi militari della LAF presenti sono semplicemente burattini necessari allo spettacolo per sprovveduti, distratti e interessati. Sarà forse perchè di Beirut si parla come centro d’incontro di spie e di affari “coperti”?
Siamo felici che finalmente la stampa nazionale cominci a scrivere del fallimento di UNIFIL ma sarebbe ora di cominciare a chiedersi anche quali incoffessabili interessi si nascondono dietro questo strana abulia dell’Italia nel riconoscere che l’ONU in Medio Oriente è, con le sue agenzie, destabilizzante e pericoloso per la pace. 

Michele Santoro

Più popolari

ultime notizie