sabato, Giugno 22, 2024
HomeEconomiaPresidente Meloni se, come afferma, il bancomat è un servizio privato...

Presidente Meloni se, come afferma, il bancomat è un servizio privato perchè lo stato ci obbliga ad usarlo ?

E’  una domanda semplice e Giorgia Meloni dovrebbe dare una risposta chiara.  La Presidente del Consiglio ha molto deluso. Troppe promesse elettorali dimenticate e norme approvati nel primo anno di governo, che lasciano più che perplessi, preoccupati. In politica estera dall’opposizione nel 2022 diceva  a Joe Biden : – “Non ci sta bene che negli USA le sanzioni alla Russia abbiano un impatto trascurabile mentre da noi no”. “Non faremo i muli da soma all’occidentesalvo poi, nel 2023, da Presidente del Consiglio cambiare radicalmente idea. A Washington è stata chiara con Biden   sappiamo chi sono i nostri amici in tempi difficili. Con gli Stati Uniti legame ancora più solido dopo la guerra in Ucraina”.
Questi due fatti sono la sintesi delle  giravolte politiche del Presidente del Consiglio in campo economico e politico.
Dall’opposizione lanciava strali contro Biden e le sanzioni, da quando è al governo gli USA sono diventati i migliori amici del governo italiano e l’occidente è unito e difende le regole.
Insomma, un radicale cambiamento della politica del capo del governo che si definisce “patriota”, salvo poi cincischiare malamente sul significato dei colori della bandiera italiana.
Da buona patriota avrebbe dovuto rispondere con scioltezzaa al membro del congresso USA sul significato dei colori della bandiera. Invece, abbiamo assistito ad una scena imbarazzante ed un presidente del consiglio impacciata. “ Eeeeeh , yes yeah yeah . Yes is for something, many things many things. (Eeeee, si si si, si per qualcosa, molte cose molte cose)”.
Anche nei momenti più momenti più complicati è difficile credere che un Presidente del Consiglio non sia in grado di rispondere ad una semplice  domanda come quella posta dal congressita USA.
Due cose hanno segnato sicuramente la sua presidenza sono il mancato taglio delle accise e il taglio degli adeguamenti alle pensioni superiori al minimo, che conferma il progetto del governo italiano degli ultimi 12 anni, di livellare le pensioni verso il basso. Insomma, come affermava Bettino Craxi nel 1977 “Ridurranno l’Italia in miseria, la venderanno, per poi umiliarla”.
Intervenire sulle pensioni come nel più classico sistema sovietico è parte di un più generale progetto di impoverimento degli italiani, non agire sulle accise sta provocando un collasso economico e sociale del paese. Inflazione che si è attestata stabilmente su due cifre, prezzi alle stesse.
A questo si aggiunge un clamoroso falimento delle politiche dell’immigrazione clandestina. Il governo sembra nel caos e come i precedenti ripete che il problema è Europeo ma l’Europa se ne infischia. A  parole è solidale a fatti, ha lasciato la Meloni in braghe di tela come i precedenti presidenti del consiglio. 
Ma c’è una qesutione che lascia più che perplessi perchè non solo abbiamo assistito ad una givìravolta del presidente del consiglio, ma addirittura ad una auto clamorosa smentita, l’uso del contante e l’obbligo del pagamento con bancomat.   Il web non dimentica e sopratutto non perdona.
Quando era all’opposizione disquisiva sull’uso obbligatorio del POS affermando che se lo stato ti impone il suo utilizzo allora deve togliere le commissioni. Chiaro, limpido, trasparente.
Peccato che quando è arrivata a Palazzo Chigi, ha detto che le carte di credito e quindi il POS sono monete virtuali e chi le gestisce offre un servizio privato e  va pagato. Di conseguenza è incostituzionale imporre l’azzeramento delle commissioni per legge.
Ma allora Signora Presidente del Consiglio,  per quale strano e incostituzionale motivo il governo ci obbliga ad utilizzare, oltre una certa somma,  il POS  “proposto da un privato” con costi a carico dei cittadini e dei commercianti ? 
E’ in grado di dare una risposta “semplice e ponderata”?

MiSa

Più popolari

ultime notizie