sabato, Giugno 22, 2024
HomeEsteriJens Stoltenberg e Biden portano il mondo ad un passo del conflitto...

Jens Stoltenberg e Biden portano il mondo ad un passo del conflitto nucleare

Il conflitto in Ucraina, è ormai acclarato, è un confronto militare tra USA/NATO contro la Russia combattuto con il sangue ucraino, vittime sacrificabili guidati da un signore considerato “l’uomo di Washington”  e a capo di una congrega di amici che non dà garanzie di democrazia nel paese.
A Monaco, intervenendo alla Conferenza sulla Sicurezza, Jens Stoltenberg, Segretario Generale della NATO, ha detto chiaro e tondo al mondo che si, stiamo arrivando al conflitto mondiale. Non ci sono dubbi sulle parole usate:
“Alcuni temono che il nostro sostegno all’Ucraina rischi di innescare un’escalation. Voglio essere chiaro: non ci sono opzioni prive di rischio, ma il rischio più grande di tutti è che Putin vinca”.
Tradotto. Il mondo si prepari, l’apocalisse non è a 90” , ma a 30.
La portata delle dichiarazioni di Stoltenberg fa il paio con l’intensa attività di ricerca e messa a punto da parte degli USA di armi per una guerra combattuta anche nello spazio.
Secondo fonti d’intelligence, gli Stati Uniti hanno avrebbero sviluppato sistemi d’arma cibernetiche in grado di interferire sui sistemi di lancio dei missili nucleari russi. Mosca da parte sua non sta a guardare e siamo piombati senza scampo in un vortice militare che non fa prevedere nulla di buono per il futuro.
Stoltenberg dice che il mondo sarà insicuro se vince Putin, intanto, registriamo da oltre 60 anni gli USA attaccano e distruggono paesi sovrani nell’indifferenza vile delle democrazie occidentali.
Intanto l’incontro di Bide e Zelensky a Kiev ha un significato chiaro per i vassalli europei. Si va avanti fin quando lo diciamo noi (ndr.: USA/Sorelle degli armamenti. 

Più popolari

ultime notizie