lunedì, Settembre 26, 2022
No menu items!
HomeCronacaSanità. Dal 1° maggio a Marsala attiva la Guardia Medica Pediatrica

Sanità. Dal 1° maggio a Marsala attiva la Guardia Medica Pediatrica

Viva soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Renzo Carini al direttore della Divisione di Pediatria dell’Ospedale San Biagio, il professor Marcello Vitaliti, per l’attivazione a decorrere dal 1° maggio, del servizio di Guardia medica Pediatrica. “Esprimo il mio compiacimento al professor Vitaliti, al personale della Pediatria marsalese, al personale infermieristico ed al direttore sanitario dell’Ospedale San Biagio Maria Concetta Martorana, per avere attivato questo importante servizio che da più sicurezza all’utenza marsalese e petrosilena e più in generale a quella dell’intera provincia – precisa il Sindaco. So che il servizio comporterà ulteriori sacrifici per il personale in forza al reparto di pediatria del nosocomio lilybetano ed è per questo che desidero vivamente ringraziarli“. Da sabato scorso all’Ospedale San Biagio è attivo il servizio di Guardia Pediatria H 24. Ciò vuol dire che costantemente nel reparto di Pediatria vi è almeno uno specialista pronto ad intervenire in favore dei bambini che stanno male. Ciò non accadeva in precedenza con i medici del pronto soccorso o gli infermieri del reparto che in caso di bisogno dovevano richiedere l’intervento dei medici reperibili con i rischi che ne conseguivano. Adesso la svolta operata dal professor Vitaliti, direttore della Divisione di Pediatria, che è riuscito ad assicurare la Guardia continuativa anche nelle ore notturne. In provincia la Pediatria del San Biagio è l’unica, dopo il Sant’Antonio di Trapani, ad offrire questo servizio.  Nel reparto oltre al primario operano anche i dottori Giuseppe Parisi, Anna Sala, Peppino Clemente, Gaspare Amato, Lucia Sciacca, Bice Novara e Maria Lucia Fragapane mentre la capo sala, responsabile degli infermieri, è Antonella Pulizzi. La Guardia Medica Pediatrica assicurerà anche la presenza dello specialista neonatologo durante i parti.

Più popolari

ultime notizie