mercoledì, Settembre 28, 2022
No menu items!
HomeAmbienteREGIONE – L’ARS approva commissione d'inchiesta sulla gestione di AMAP- EAS- APS

REGIONE – L’ARS approva commissione d'inchiesta sulla gestione di AMAP- EAS- APS

L’Assemblea Regionale Siciliana, nella seduta del 25 marzo, ha approvato con il parere favorevole del Governo e all’unanimità dei parlamentari presenti un ordine del giorno presentato dal Presidente della Commissione Parlamentare Attività Produttive dell’ARS, Salvino Caputo, per la costituzione di una commissione d’inchiesta sulla gestione delle risorse idriche in Sicilia e sulla attività degli enti chiamati a gestire l’acquisto, la distribuzione e la vendita dell’acqua in Sicilia.

La decisione di chiedere la costituzione di una commissione d’inchiesta scaturisce, non solo dai numerosi dissensi segnalati dai sindaci di moltissimi comuni siciliani, ma anche dalle denunce presentate dalle associazioni di categoria degli agricoltori che lamentano, da un lato la mancanza o la scarsa erogazione delle acque per usi irrigui, e dall’altro l’eccessivo costo per la fornitura delle acque.
“La decisione unanime del Parlamento e la condivisione del Governo della Regione – ha dichiarato Salvino Caputo – di costituire, per la prima volta in Sicilia, una commissione d’inchiesta e di indagine sulla gestione delle risorse idriche in Sicilia, è un fatto straordinario e senza precedenti. Ciò significa che da tutte le parti politiche vi è la necessità di capire chi e come veramente viene gestita l’acqua sia per uso potabile che irriguo nella nostra Sicilia, e perché vi sono zone dove l’acqua abbonda e non viene distribuita agli agricoltori. Questa commissione per la quale ho già chiesto come da regolamento al Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, On. Francesco Cascio, la formale costituzione – ha continuato Salvino Caputo – consentirà anche di fare piena luce sugli interessi molto spesso illeciti che da sempre gravitano intorno alla gestione delle acque. Dopo l’insediamento della commissione acquisiremo immediatamente i bilanci e i piani industriali delle società che gestiscono le risorse idriche in Sicilia, per avere un quadro completo sia sui guadagni che sui debiti che queste società hanno posto in essere”.

Più popolari

ultime notizie