lunedì, Ottobre 3, 2022
No menu items!
HomePoliticaBerlusconi ha ordinato: sia la pace in Sicilia, e pace fu …...

Berlusconi ha ordinato: sia la pace in Sicilia, e pace fu … al passato

Non passa giorno che la politica siciliana non ci delizi della propria insipiente sudditanza romana. Il PDL e l’UDC hanno deposito all’ARS una mozione di sfiducia contro l’assessore Massimo Russo, voluto da Lombardo ed accettato, evidentemente a malincuore, dalla maggioranza.
La mozione dei due partiti prendeva come spunto la circolare con cui l’assessore ha invitato i dirigenti degli ospedali e funzionari dell’assessorato, a non intrattenere rapporti con organizzazioni politiche e politici in genere.
Secondo l’UDC Maira, l’assessore agisce come se fosse al di sopra delle leggi e pensa che i funzionari dell’assessorato siano funzionari di polizia.
“Mi auguro – ha dichiarato Caputo – che l’ennesimo atto di arroganza dell’assessore Russo convinca il presidente Lombardo che ha commesso un gravissimo errore ad affidare l’assessorato alla Sanità ad una persona che possiede certamente alte doti di magistrato e di inquisitore, ma non certamente quelle di equilibrio e serenità che deve possedere un politico e soprattutto colui il quale è chiamato a svolgere importanti ruoli e funzioni di governo”. 
Secondo Caputo, Russo il comportamento di Russo è offensivo nei riguardi del Parlamento siciliano.
Ma la parodia della politica non si è fermata solo a Palermo. Si sa che i politici siciliani sono Roma dipendenti e quindi dove si può andare per chiarire i problemi interni della maggioranza?
A Roma certamente. Tutti alla corte di Berlusconi che impone la sua pax alle sue condizioni. E tutti a prendere, perché ovviamente non sono in grado di lasciare.
Lombardo si terrà Russo oppure come annunciato lascerà? Come potrà sfiduciare l’uomo, magistrato, che ha fortemente voluto?
La pax di Berlusconi è cosa di ieri, oggi è già un altro giorno e si parla di sanità.

Più popolari

ultime notizie