mercoledì, Settembre 28, 2022
No menu items!
HomePoliticaLa resa dei conti a Palazzo Reale. La soluzione per Lombardo: Russo...

La resa dei conti a Palazzo Reale. La soluzione per Lombardo: Russo alle europee e rimpasto

Il Parlamento siciliano, meglio di re UDC e PDL che poi sono l’asse portante del governo, si è schierato tout court contro Lombardo e il suo assessore magistrato Massimo Russo.
Il pacchetto sanità fatto di tagli e nient’altro ha fatto esplodere la già latente situazione di guerra tra MPA e i due maggiori partiti della coalizione.
Era prevedibile, e l’aver costituito la sua giunta di governo ben due dopo le elezioni, è stata fin dall’inizio di questa legislatura, la dimostrazione che le acque erano agitate prima di salpare.
300 emendamenti presentati da UDC e PDL stanno a significare che la riforma (?) voluta da Russo e giocoforza appoggiata da Lombardo avrà vita difficile come il governo a guida autonomista.
Lombardo paradossalmente si trova ad avere come alleati quelli che dovrebbero essere l’opposizione. Infatti i 20 deputati non governativi hanno presentato una ventina di emendamenti. giusto una proforma per guadagnarsi la pagnotta. 
Insomma, anche se tutti escludono ripercussioni a Palazzo D’Orleans, appare chiaro che il problema Russo e del suo pacchetto hanno fatto esplodere il bubbone di una coalizione che sin dall’inizio della legislatura ha dimostrato di non essere per niente “coesa”.
Lombardo è stato chiuso in un angolo e praticamente la sua azione politica è prossima allo zero e la sua tenace difesa dell’assessore Russo, certo non l’agevola.
Forse, se Lombardo promuovesse Russo alle europee, come si vocifera sottovoce in ambienti vicino all’MPA, e rimescolando la squadra, la strada per il futuro potrebbe essere meno disagevole di quello che si prospetta oggi per l’inquilino autonomista di Palazzo D’Orleans.

Più popolari

ultime notizie