mercoledì, Settembre 28, 2022
No menu items!
HomeCronacaErrata prognosi di Alzherimer a Marsala. Denunciati i medici dell’ASL 9...

Errata prognosi di Alzherimer a Marsala. Denunciati i medici dell’ASL 9 di Trapani e delle commissioni mediche.

Alla fine il caso del dipendente dell’ESA di Marsala costretto a dare le dimissioni perché giudicato permanente non idoneo al lavoro da medici e commissioni dell’ASL 9 di Trapani  è finito in Procura.
Il signor P.C. il 4 dicembre scorso ha presentato una dettagliata denuncia alla Procura della Repubblica di Marsala a carico dei medici che gli hanno procurato gravi danni economici e fisici a causa di una errata prognosi di Alzheirmer e che lo ha costretto tra l’altro, a dare le dimissioni dall’ente regionale dove prestava servizio in qualità di funzionario direttivo.
Nella denuncia il signor P.C. parte dal lontano 2005 quando per la prima volta a Mazara del Vallo gli viene diagnosticato il mordo di Alzheimer,  passando per ben due commissioni mediche, la priam dell’ASL 9 di Trapani e la seconda quella del Ministero dell’Economia e delle Finanze che hanno confermato l’errata diagnosi.
Questo caso di grave malasanità farebbe emergere un pressapochismo allarmante ove si rilevi che uno dei medici, quando nel mese di giugno del 2006  ha sottoposto su richiesta a nuova visita il signor P.C. , non solo gli ha  “confermato” nel certificato medico rilasciato la diagnosi di “demenza senile tipo Alzheimer,  ad insorgenza precoce con grave depressione e manifestazioni deliranti …” ,  ma non si è creato il minimo dubbio sul fatto che al signor P.C.  dopo una visita specialistica presso l’Ospedale San Eugenio di Roma gli era stato diagnosticato invece … semplicemente “depressione”. 
Secondo il signor P.C., il medico in questione con fare quasi irridente e provocatorio gli ha suggerito : ” provi a farselo mettere per iscritto chela diagnosi di Alzheimer è sbagliata”.
Fatto che se confermato, dimostrerebbe arroganza e presunzione non tollerabili in una persona che ha in mano la salute dei cittadini.
Bene, non solo la diagnosi di Alzheimer era sbagliata, ma centri di importanza nazionale quale il San Raffaele di Milano e le Molinette di Torino lo hanno messo nero su bianco che “la diagnosi di Alzheimer era sbagliata”.
Adesso chi ha sbagliato dovrà ammettere le sue colpe e pagarne le conseguenze.

Più popolari

ultime notizie