lunedì, Ottobre 3, 2022
No menu items!
HomeCronacaSofri: L'assassino che spiega alla gente per bene come va il mondo

Sofri: L'assassino che spiega alla gente per bene come va il mondo

Il Commissario Calabresi
Il Commissario Calabresi

Amaro sfogo del Presidente dell’Associazione Nazionale Familiari delle Vittime di Mafia che a proposito delle affermazioni di Adriano Sofri sull’omicidio Calabresi ha dichiarato :
Assisto in questi giorni – ha affermato il presidente – alla grottesca parodia della realtà cui una larga parte della classe politica e culturale di questo paese ci ha ormai abituato.    
In Italia non solo si elevano i terroristi a stimati uomini di cultura ma gli si concede anche di sproloquiare vergognosamente sui giornali mentre ai familiari delle loro vittime, alla meglio, gli si appunta una medaglietta sulla giacca, cari saluti da quattro o cinque cariatidi istituzionali e arrivederci e grazie.
Ma ciò che è peggio è che nessuno si preoccupi di affiancare al nome di Sofri, nelle molte, troppe occasioni in cui il suo nome viene pronunciato nei salotti buoni e sui giornali, l’aggettivo “assassino
“.
Sonia Alfano rammenta che, malgrado orami nessuno lo ricordi mai,  Adriano Sofri è stato condannato in via definitiva per l’omicidio del commissario Calabresi.
In Italia, secondo la Alfano, non si va troppo sul sottile e si lascia che un assassino spieghi a noi poveri mortali che l’omicidio Calabresi non fu terrorismo ma un atto di giustizia personale di uno che evidentemente aveva la mano un pò pesante.
L’unica magra consolazione , secondo il presidente dell’Associazione, è che “in questa vicenda si è potuto constatare come la famiglia Calabresi abbia saputo in questi anni affrontare il dolore e le beffe subite con invidiabile sobrietà e sanità mentale. Doti che di certo l’assassino del marito di Emma Capra e del padre dei suoi figli non ha mai posseduto”.
Noi, conclude Sonia Alfano,  Familiari delle Vittime di Mafia vorremmo che la famiglia Calabresi sapesse che esiste una parte del paese che gli è vicino e che è ancora in grado di mettere le parole al giusto posto; “Servitore dello Stato” a fianco al nome del Commissario Calabresi, “Assassino e terrorista” a fianco a quello di Adriano Sofri.

Più popolari

ultime notizie