mercoledì, Settembre 28, 2022
No menu items!
HomeCronacaMarsala: lungomare Salinella, con licenza di suicidio

Marsala: lungomare Salinella, con licenza di suicidio

Grandi pensate
Grandi pensate

Domenica scorsa è stato inuagurato a Marsala un nuovo tratto di strada che dalla fine del Giardino d’Infanzia porta fino alla strada provinciale 21 per, Trapani / Marsala.
Finalmente un progetto che se venisse sviluppato potrebbe far rifiorire tutta la costa nord della città lungamente abbandonata e disastrata.
Il Sindaco Carini ha voluto a tutti i costi “inaugurarla”, ma guardando bene il percorso ci si accorge che come al solito qualcosa non quadra.
L’uscita verso la provinciale 21 sbocca con flusso “guidato” ma non consente l’immissione a sinistra per Trapani perchè la stradina a senso unico segue il senso di marcia per Marsala e presenta tutto il lato sinistra completamente ostruita alla visibilità da un muro alto circa un metro e cinquanta.
Se la manovra di ingresso sulla provinciale nel senso di marcia verso Marsala è agevole ma pericoloso, la svolta a sinistra per Trapani è un vero e proprio invito al suicidio. Chi proviene da Trapani non vede assolutamente chi “esce” dal Lungomare Salinella e vicerversa.
Se l’uscita non è certamente agevole, l’entrata dalla SP 21 seppur meno problematica presenta seri motivi di rischio incidenti specie per il povero proprietario della casa che sta proprio lunga la curva e si trova oggi ad avere l’uscita del proprio garage completamente oscurata dalla vista delle auto che  si immettono sul Lungomare.
E’ evidente che chi ha l’obbligo di gestire la viabilità avrebbe dovuto pensarci prima di far “inaugurare” al Sindaco la strada, ma siccome siamo a Marsala speriamo che almeno voglia porve rimedio, se è possibile, prima che succeda qualche grave incidente mortale.
Un’altra anomalia. Sembra che il Lungomare nondisponga si un proprio sistema fognario per lo smaltimento dell’acqua piovana.
Lungo l’asse, dalla parte del mare si notano, all’altezza delle caditoie, dei lunghi tubi di scolo che si gettano sul terreno sottostante, il che fa pensare che il Lungomare sia stato realizzato senza un sistema di raccolta delle acque piovane.
Risultato? I realizzandi giardini verdi, quando pioverà saranno invasi dall’acqua proveniente dalla sede stradale.
Chi ha avuto questa bella pensata?
Abbiamo realizzato ovviamente il nostro bravo servizio fotografico ma abbiamo pensato di non pubblicarlo, invitiamo il Sindaco ed i cittadini a verificare.

Più popolari

ultime notizie