lunedì, Settembre 26, 2022
No menu items!
HomeCronacaCavaliere Berlusconi, non doveva detassare anche le tredicesime?

Cavaliere Berlusconi, non doveva detassare anche le tredicesime?

Vi ricordate in campagna elettorale quando il candidato Berlusconi tra le tante promesse, non mantenute,  di ridurre le tasse affermò che uno dei primi provvedimenti sarebbe stato quello di “detassare le tredicesime”, falcidiate dalle tasse di fine anno?
Nel primo consiglio dei ministri detasserò straordinari, tredicesime e toglierò l’ICI. Era il 29 febbraio 2008 e su RAI 3 Berlusconi è stato chiaro.  
Ebbene, dicembre si sta avvicinando ma delle tredicesime il signor Berlusconi non ne parla più. In verità sono molto le cose che Berlusconi sembra non ricordare, ma fra queste, sicuramente quella della tredicesima è la più importante perché quella che sembrava una gratifica, fra aumenti di mutui, tasse, assicurazioni etc., è divenuta nel tempo una solenne presa in giro per il popolo dei lavoratori.
L’IRPEF  si mangia quasi il 40% dell’intero importo della tredicesima, e il poco che resta se ne va in tasse e mutui.
La promessa di Berlusconi è stata solenne, ma il risultato sembra essere una amnesia totale che sembra aver preso anche l’opposizione (?) e i media.
Anche quest’anno lo stato fagociterà le tredicesime degli italiani.

Più popolari

ultime notizie